Decreto-Legge 22 marzo 2021, n. 41

Ente: 
Governo
Fonte: 
G.U.R.I.
Numero Fonte: 
70
Data Fonte: 
22/03/2021
Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all'emergenza da COVID-19
Thesaurus: 
Sostegno al reddito
Abstract: 

Stante il prorogarsi dell'emergenza sanitaria che ha colpito molte categorie di lavoratori e considerata la straordinaria necessità ed urgenza di introdurre misure di sostegno alle imprese e all'economia (i settori maggiormente colpiti dall'emergenza epidemiologica Covid-19), su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, del Ministro dell'economia e delle finanze e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, così come deliberato nella riunione del 19 marzo 2021, è stato emanato il Decreto in esame (c.d. Decreto Sostegni), al fine di sostenere gli operatori economici, riconoscendo un contributo a fondo perduto a favore dei soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività d'impresa, arte o professione o producono reddito agrario.

Il contributo a fondo perduto di cui al comma 1 non spetta, in ogni caso, ai soggetti:

  • la cui attività risulti cessata alla data di entrata in vigore del presente decreto;
  • ai soggetti che hanno attivato la partita IVA dopo l'entrata in vigore del presente decreto;
  • agli enti pubblici di cui all'articolo 74 nonché ai soggetti di cui all'articolo 162-bis del testo unico delle imposte sui redditi.

 Altresì, il contributo spetta a condizione che, l'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2020 sia inferiore almeno del 30 per cento rispetto all'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2019. Per i soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 1° gennaio 2019 il contributo spetta anche in assenza dei requisiti, di cui all'art. 1, comma 4, del presente decreto.