Toscana - Ordinanza Presidente Giunta Regionale 4 giugno 2021, n. 53

Disposizioni in merito a centri culturali, centri sociali e ricreativi e alle attività rivolte a bambini di età inferiore a tre anni
Thesaurus: 
Disposizioni
Emergenza sanitaria
Abstract: 

Con il presente provvedimento, il Presidente della Giunta Regionale della Toscana, ordina secondo la legge 23 dicembre 1978, n. 833, e ferma restando la sospensione delle ordinarie attività fino al 1° luglio 2021, che nei centri culturali, centri sociali e ricreativi sono consentiti: gli spettacoli nel rispetto del DL 52/2021 e delle linee guida vigenti; le attività sportive e motorie nel rispetto della normativa statale; le attività corsistiche individuali e collettive nel rispetto delle Ordinanze del Presidente della Giunta Regionale n. 117 del 5 dicembre 2020 e n. 121 del 24 dicembre 2020; le attività ricreative ed educative, rivolte a bambini e ragazzi, al chiuso o all'aperto, con l'ausilio di operatori cui affidarli in custodia secondo le linee guida vigenti; le attività, emanate con Ordinanza del Ministero della Salute e del Ministero per le pari opportunità e la famiglia, rivolte ai bambini con età inferiore a tre anni che possono essere svolte esclusivamente dai soggetti autorizzati ai sensi del DPGR 41/R/2013, presso i locali di cui all'autorizzazione e con il personale qualificato ai sensi dello stesso DPGR. Queste ultime attività, possono essere altresì svolte dai servizi educativi per la prima infanzia a titolarità comunale. La presente Ordinanza entra in vigore dalla data della pubblicazione e fino al primo luglio 2021 per la prima parte, salvo modifiche disposte da disposizioni regionali o nazionali sopravvenute per i centri culturali, sociali o ricreativi; per la seconda e terza parte fino alla cessazione dello stato d'emergenza. Sono revocate l'Ordinanza n. 61 del 30 maggio 2020 e l'Ordinanza n. 66 del 12 giugno 2020. La presente Ordinanza è trasmessa agli Organismi competenti, e il suo mancato rispetto è sanzionato a norma di legge. 

Visualizza e scarica l'atto: